di Redazione

01/03/2019 Corridoi umanitari, il bilancio di Andrea Riccardi

di Redazione

Fonte: Vita

Sino ad oggi sono 1.432 i rifugiati, in larga parte siriani rifugiati in Libano dove erano in una condizione impossibile – non riconosciuti dal governo di Beirut, accolti in Italia, il Belgio ha ricevuto 1.513 siriani e iracheni; la Francia 281 siriani e iracheni. È importante ora aprire stabilmente “corridoi”, legali e sicuri, per i rifugiati e i migranti

In un editoriale su “Famiglia Cristiana”, il fondatore della Comunita’ di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, ha fato il bilancio della iniziativa dei Corridoi Umanitari promosso con gli Evangelici italiani: “Riguarda finora 1.432 rifugiati, in larga parte siriani rifugiati in Libano, dove erano in una condizione impossibile, non riconosciuti dal governo di Beirut, preoccupato di un loro insediamento permanente. Molti di essi hanno parenti e amici che hanno tentato il viaggio con gli scafisti, talvolta con drammatiche conseguenze. Del resto la loro situazione era angosciosamente tra due fuochi: l’immigrazione clandestina da una parte e, dall’altra, l’impossibile ritorno in Siria (non solo per la guerra ma anche per la volontà del governo di Damasco di non riaccoglierli)”.

CONTINUA A LEGGERE >