di Federica Gieri Samoggia

27/05/2018 Tutto può cambiare. La realtà oltre il sogno

di Redazione

Fonte: Avvenire

Un articolo di Federica Gieri Samoggia apparso su Avvenire di Bologna

E’ stato presentato giovedì pomeriggio nella suggestiva cornice della Cappella Farnese a Palazzo d’Accursio il libro del fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, «Tutto può cambiare», edito da San Paolo. All’incontro sono intervenuti l’arcivescovo Matteo Zuppi, Ivano Dionigi, Romano Prodi, e Stefano Zamagni. «In quelle pagine – osserva Riccardi – ho voluto cogliere le radici nel passato e guardare in avanti. Il titolo è di Giovanni Paolo II. Era molto vecchio, malandato e disse: “Tutto può cambiare: dipende anche da te”. Ecco credo che non dobbiamo rinunciare a quella leva fondamentale per cambiare il mondo che è cambiare noi stessi e agire personalmente». Con speranza. Un libro che l’Arcivescovo confida di aver letto «con evidente partecipazione» poiché quell’esperienza «mi ha coinvolto e mi coinvolge». Tutto può cambiare, esordisce Zuppi, «è un’affermazione che racchiude già la prospettiva di Riccardi e della Comunità. Tutto: non è un’ambizione personale, un conato di onnipotenza o una specie di slancio utopico». Come poteva esserci in quel 1968 quando la Comunità di Sant’Egidio muoveva i primi passi. «In quegli anni – ricorda l’Arcivescovo – c`è stata un’esplosione di tante esperienze, molte con vita brevissima».

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO >