08/03/2019 Tra India e Pakistan l’ombra dell’atomica

di Redazione

Fonte: Famiglia Cristiana

Dietro le tensioni alla frontiera con il Pakistan, molti leggono un disegno di rafforzamento di Modi in vista delle prossime elezioni politiche di maggio. Un’editoriale di Andrea Riccardi

India e Pakistan sono in guerra? Si tratta per ora di un conflitto limitato al solo Kashmir, la regione contesa tra i due Stati fin dal 1947, dal momento della drammatica partition dell’impero britannico tra l’India degli indú e il Pakistan dei musulmani, che costò più di un milione di morti e quattordici milioni di sfollati. Gandhi era contrario a questa divisione, perché voleva l’India come terra di convivenza tra Islam e induismo con le altre religioni. Così non è stato, perché sono nati due Stati a partire dall’identità religiosa (in particolare il Pakistan, che conosce una forte impronta musulmana). L’India, pur essendo in grande maggioranza indù, è stata a suo modo una democrazia laica. Non sono mancati conflitti interreligiosi nella storia dell’India indipendente. E poi questo Paese, nonostante l’emigrazione di tanti musulmani in Pakistan nel 1947, ospita una delle più grandi comunità musulmane del mondo, con 172 milioni di fedeli. Dal 2014 è al governo il primo ministro Narendra Modi del BJP, un partito nazionalista e induista, che proclama la supremazia indù nel Paese.

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG >

Tag: , , , , ,