11/04/2019 La rivolta anti-rom di Torre Maura è anche figlia dell’indifferenza

di Redazione

Fonte: Famiglia Cristiana

Roma non riesce a risolvere un problema di piccole dimensioni, mentre cresce l’odio sociale e peggiora la condizione dei bambini rom. Se non rinascerà la solidarietà civile, pezzi di questi mondi saranno dominati dalla rabbia e dall’esclusione. La riflessione di Andrea Riccardi

E’ successo qualcosa di brutto a Torre Maura, 23 mila abitanti, periferia est di Roma: una protesta violenta contro 70 rom (tra cui 33 bambini e 22 donne) portati in un centro della zona.

Sono stati bruciati i cassonetti della spazzatura in mezzo alla strada. CasaPound si è affiancata ai manifestanti. Sono stati gettati a terra i panini per i rom: «Zingari, dovete morire di fame», hanno gridato. Parole forti: «Zozzi»; «Io li brucio, li odio»; «Non li voglio, perché zingari».

Dietro un cancello, un nomade chiedeva: «Io non ti ho fatto male, perché mi vuoi ammazzare? I bambini piangono. Che ho fatto?».

CONTINUA A LEGGERE >

Tag: , , , ,