24/05/2018 Quelle periferie dimenticate da tutti

di Redazione

Fonte: Famiglia Cristiana

La periferia di qualche decennio fa era più povera, ma più ricca di legami comunitari, partitici, associativi, sindacali. Oggi tanti cittadini della periferia si sentono abbandonati. C’è una domanda di fondo che riguarda i romani, ma anche gli italiani che guardano alla loro capitale: che succede a Roma? La riflessione di Andrea Riccardi su Famiglia Cristiana

Romanina, ma non solo. Sono diverse le aree periferiche della capitale in cui periodicamente s’accendono proteste. Nella foto Tiburtino III, finito sui giornali nel 2017 per il degrado urbano e sociale.

Un atto di violenza a Roma, in un bar di periferia: il gestore romeno e una disabile sono stati picchiati da persone riconducibili al clan dei Casamonica, che volevano un trattamento di riguardo. La giustizia farà luce sul triste episodio, denunciato coraggiosamente dal romeno e dalla moglie, che sono un esempio nel clima di omertà che tante volte avvolge la vita quotidiana. Le telecamere hanno ripreso l’episodio. Il magistrato, che ha convalidato l’arresto, parla di «ostentazione del potere su uno spazio che ritengono proprio». C’è il problema del controllo del territorio delle periferie da parte delle famiglie o di gruppi mafiosi.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO >

Tag: , , , ,